“Octa” di Andrea Pierangeli, recensione a cura di Eleonora Francescucci

Octa

 

Autore: Andrea Pierangeli

Genere: Fantasy/Fiction

Data di pubblicazione: 23/06/2017

Ebook: Euro 2,99

Cartaceo: Euro 8,50

Numero di pagine: 170 (copertina rigida)

Editore: Lettere Animate Editore

 

 

Andrea Pierangeli, nasce, vive e lavora a Teramo,  appena 40enne, laureato in statistica, con la passione del collezionismo (coltelli, fumetti, automobiline e dvd). Autore di raccolte fanta-horror come “4 storie per non dormire”, “Progetto 22” e il futuro “Metatron”. Suo anche “Le avventure di Abider”, storie fantasy per bambini. Autore del racconto “Signor Destino” della raccolta “Amore in 8 Storie” e ora presentiamo l’ultima creazione “Octa”, una raccolta magistrale di 8 racconti del nuovo Stephen King italiano.

La raccolta comprende i seguenti racconti:

AMORE: Il romantico e sfortunato Ron non riesce a trovare l’amore della sua vita. Stringendo un patto con un buffo folletto venutogli in sogno riesce a cambiare il proprio destino ed innamorarsi per la prima volta. Il tutto però avrà degli effetti collaterali davvero insoliti…

FOLLIA: La giovanissima Bambilù vive una vita da sogno piena di viaggi e buffe avventure in terre fantastiche, accompagnata da bizzarri amici e strani animali. Dietro a tutto questo però si nasconde una tragica realtà.

FORTUNA: Il giudice John Stanton si rifugia nel suo paesino natio per studiare un caso giuridico. Ma in quel villaggio i giorni sono sempre uguali e la gente si comporta in maniera strana. Stanton scoprirà qualcosa di davvero inquietante…

GIUDIZIO: La redenzione di un uomo che ha vissuto una vita di eccessi lo porta a rimpiangere un passato che ha sempre ripudiato. Un terribile incidente stradale lo metterà a confrontarsi con se stesso in attesa di un giudizio spaventoso.

GIUSTIZIA: Walter Scott è rinchiuso in un carcere di massima sicurezza in un futuro lontano con l’accusa di hackeraggio dei sistemi informatici governativi. Grazie alle sue conoscenze informatiche cercherà in tutti i modi di evadere… ma niente è come sembra…

MAGIA: Robert Bob Grant è un mediocre scrittore di storie fantastiche per ragazzi. Vive la sua turbolenta vita nel rimpianto di aver causato un incidente che ha reso paraplegico il fratello minore. Una sera, preso dallo sconforto e dai sensi di colpa, decide di combattere i propri incubi allo stesso modo di come farebbe il supereroe dei suoi racconti…

MORTE: Una coppia di innamorati vive la vita uccidendo brutalmente gli abitanti di un quartiere di Auckland, Nuova Zelanda. Ma dietro ai loro folli gesti si nasconde un motivo ben preciso.

TEMPO: Un uomo è ossessionato dalla fine della storia con la sua donna amata. Pur distruggendo ogni suo ricordo non riuscirà mai a dimenticarla, vivendo la notte di Natale come un vero e proprio incubo…

Dire che l’autore di questa raccolta è un vero fenomeno è abbastanza riduttivo, ci troviamo di fronte ad un vero talento, un talento raro di questi tempi, un emergente che ci ha già emozionati con una storia d’amore, ben mescolata col fantasy, col suo “Signor Destino” che ha chiuso la raccolta di autori vari “Amore in 8 storie”.

Octa”, ci coinvolge con il suo stile narrativo, ricco di particolari e descrizioni, condito da quel linguaggio spesso poetico e pieno di metafore, rende la lettura piacevole e intrigante che spinge il lettore a giungere in fretta verso il finale della storia per risolvere i numerosi enigmi lasciati in ogni racconto. E sì perché “Octa”, oltre a dividersi in 8 fantastici racconti, è anche minestrone gustoso di vari generi, mescolati sapientemente fino a dare un risultato magistrale e ben confezionato di un’opera tanto saggia quanto folle.

Questa raccolta è un mix di generi che spaziano dal thriller al romantico, dal dramma al fantastico e l’unicità di quest’opera, è che ogni racconto è un affascinante e lungo percorso da scoprire lentamente man mano che si va avanti con la lettura, con l’emozione di trovarsi di fronte ad un finale a sorpresa che fin dall’inizio non appare mai scontato.

Nell’introduzione l’autore si sofferma molto su questa particolarità, come a voler sottolineare il fatto che il finale a sorpresa è il punto forte su cui si basa l’intera opera.

Le storie ad una prima lettura appaiono cupe e introspettive, con protagonisti introversi e dai caratteri segnati dagli infausti eventi che li colpiscono, ma ogni personaggio saprà però rialzarsi, vincere le proprie paure e trovare la soluzione più adatta, pur con un epilogo inaspettato e, per questo, sorprendente.

 

Eleonora Francescucci

 

recensione

Autore dell'articolo: Eleonora Francescucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *